prodotti
news details
Casa. > notizie >
Disimballaggio della controversia nuova del WHO sopra la trasmissione asintomatica COVID-19
eventi
Contattaci
1-619-389-8888
Contatta ora

Disimballaggio della controversia nuova del WHO sopra la trasmissione asintomatica COVID-19

2020-06-12
Latest company news about Disimballaggio della controversia nuova del WHO sopra la trasmissione asintomatica COVID-19

In primo luogo o mesi, ricercatori hanno avvertito che la gente senza alcuni sintomi COVID-19 potrebbe ancora essere trasportatori silenziosi della malattia, rendenti quello molto più duro ottenere la pandemia sotto controllo-e che molto più importante prendere le precauzioni come distanziare sociale e l'uso della maschera, anche se vi sentite bene.

Così ha sorpreso quando Maria Van Kerkhove, il cavo tecnico dell'organizzazione mondiale della sanità (WHO) per COVID-19, ha detto l'8 giugno ad una conferenza stampa che la trasmissione asintomatica sembra essere «molto rara.» La sua dichiarazione è venuto pochi giorni dopo l'organizzazione ha diretto la gente in buona salute che vive nelle aree con la trasmissione diffusa della comunità per indossare le maschere di protezione del tessuto in pubblico per contribuire a contenere l'avanzamento della malattia.

In un'intervista con TEMPO che segue la conferenza stampa, Van Kerkhove ha detto che non ha significato suggerire che la gente asintomatica non potesse spargere COVID-19. «Non ho detto che i casi asintomatici non possono trasmettere; possono,» Van Kerkhove dice. «La domanda è, fanno? E se fanno, ogni quanto tempo è quello che accade?»

Van Kerkhove dice non c' è ancora una chiara risposta, ma il WHO è le analisi suggerisce che gli individui sintomatici siano responsabili della maggior parte della trasmissione del coronavirus. (Inoltre ha chiarito durante l'istruzione del 9 giugno che le sue osservazioni erano in risposta alla domanda di un giornalista e non hanno costituito la politica del WHO del funzionario.) The Who ha presentato il suo pensiero nel suo orientamento ultimo sulle maschere di protezione, che fosse distribuito il 5 giugno ed è stato basato su una serie di rapporti che hanno esaminato la diffusione della comunità COVID-19 e la dinamica della trasmissione come pure sui risultati non-ancora-pubblicati dai rapporti dirintracciamento dagli stati membri multipli del WHO.

Poche delle carte citate hanno esaminato esplicitamente dei i velociti di trasmissione asintomatici livelli della popolazione. Si, un esame della ricerca della pubblicazione preliminare (cioè, not-yet pari-esaminato) inviato al sito MedRxiv il 4 giugno, ha analizzato quattro pubblicazioni preliminari (due pubblicati e due) precedenti di studi che velociti di trasmissione asintomatici stimati. Il più alta stima era un velocita di trasmissione di 2,2%, suggerire «la diffusione asintomatica è improbabile da essere un driver importante dei mazzi o trasmissione della comunità dell'infezione.»

The Who è orientamento inoltre nota che alcuni studi che hanno trovato la prova per la trasmissione asintomatica hanno avuti piccole dimensioni del campione, che renderebbero i loro risultati meno statisticamente pertinenti. Inoltre, il WHO ha detto, alcuni di questi studi non hanno eliminato le spiegazioni alternative per come alcuni pazienti possono contrattare il virus, come il contatto della superficie contaminata.

Tuttavia, appena la settimana scorsa, i ricercatori dall'istituto di traduzione della ricerca di Scripps hanno pubblicato una carta che stima che gli individui asintomatici rappresentassero fino a 45% delle casse del coronavirus e notassero che «il carico virale di tali persone asintomatiche è stato uguale a quello delle persone sintomatiche, suggerendo il simile potenziale per la trasmissione virale.»

Uno dell'autore dello studio, direttore il Dott. Eric Topol di Scripps, ha criticato il WHO è osservazioni su Twitter, scrivente che «ci sono parecchi studi allegati [il WHO è] alla breve dichiarazione che ricambiano i dati limitati forniti qui.»

Carl Bergstrom, un biologo all'università di Washington, ha scritto su Twitter che il WHO è conclusioni è stato basato «su prova sottile,» almeno quando considera che cosa è stato pubblicato pubblicamente.

Bergstrom inoltre ha detto che l'organizzazione dovrebbe avere più chiaro distinto fra la gente che è «vero» asintomatico-quella chi mai manifestazione sintomo-e coloro che può spargere involontario la malattia nei giorni prima che diventassero sintomatiche. Lo studio di Topol sulla trasmissione asintomatica ha trovato che poca gente che prova positivo senza sintomi continua a svilupparle, ma gli studi suggeriscono che richieda una media dei cinque giorni dopo l'esposizione al virus affinchè i sintomi sorga. La gente in questa fase sarebbe considerata presintomatica, non asintomatica, ma è difficile da dire la differenza.

«Anche se la diffusione vero asintomatica è molto rara, la trasmissione presintomatica è probabile essere importante,» Bergstrom ha scritto su Twitter. «Ancora dobbiamo indossare le maschere e distanziare per evitare spargere il virus durante questo periodo, probabilmente concentrato nei giorni 3-6 dopo l'infezione.»

Van Kerkhove ha riconosciuto che distinzione quando parla con il TEMPO dopo la conferenza stampa ed ha aggiunto che può essere difficile da distinguere fra una persona leggermente sintomatica ed asintomatica. Qualche gente non può associare l'affaticamento del tipo di sintomi delicato o il muscolo dolore-con COVID-19, ma questi individui ancora sarebbero tecnicamente sintomatici e capace di diffusione del virus, Van Kerkhove dice.

Con così tanto incertezza, Van Kerkhove dice che la più ricerca sui modelli e sui portatori asintomatici della trasmissione è richiesta. Dice che la gente dovrebbe continuare a seguire l'orientamento di salute pubblica quali le maschere di protezione d'uso del tessuto quando distanziare sociale non è possibile e dovrebbe restare la casa se ritengono indisposte. Agendo in tal modo, insieme con il tracciato del contatto e l'isolamento robusti della gente con i sintomi, contribuirà a tenere la diffusione COVID-19 sotto controllo, dice.

«Non stiamo governando nulla fuori,» Van Kerkhove dice. «Non stiamo dicendo che [la diffusione asintomatica è] non accadendo. Ma stiamo dicendo che più trasmissione sta accadendo fra gli individui sintomatici. La gente sta cercando un file binario e non è quello.»

Bergstrom era più diretto. The Who è dichiarazione «sembra suggerire che la gente senza sintomi non sparga COVID19,» Bergstrom ha cinguettato. «Fa clienti di questa media, studenti, dimostranti, ecc., non hanno bisogno del distanziare delle maschere? No»

prodotti
news details
Disimballaggio della controversia nuova del WHO sopra la trasmissione asintomatica COVID-19
2020-06-12
Latest company news about Disimballaggio della controversia nuova del WHO sopra la trasmissione asintomatica COVID-19

In primo luogo o mesi, ricercatori hanno avvertito che la gente senza alcuni sintomi COVID-19 potrebbe ancora essere trasportatori silenziosi della malattia, rendenti quello molto più duro ottenere la pandemia sotto controllo-e che molto più importante prendere le precauzioni come distanziare sociale e l'uso della maschera, anche se vi sentite bene.

Così ha sorpreso quando Maria Van Kerkhove, il cavo tecnico dell'organizzazione mondiale della sanità (WHO) per COVID-19, ha detto l'8 giugno ad una conferenza stampa che la trasmissione asintomatica sembra essere «molto rara.» La sua dichiarazione è venuto pochi giorni dopo l'organizzazione ha diretto la gente in buona salute che vive nelle aree con la trasmissione diffusa della comunità per indossare le maschere di protezione del tessuto in pubblico per contribuire a contenere l'avanzamento della malattia.

In un'intervista con TEMPO che segue la conferenza stampa, Van Kerkhove ha detto che non ha significato suggerire che la gente asintomatica non potesse spargere COVID-19. «Non ho detto che i casi asintomatici non possono trasmettere; possono,» Van Kerkhove dice. «La domanda è, fanno? E se fanno, ogni quanto tempo è quello che accade?»

Van Kerkhove dice non c' è ancora una chiara risposta, ma il WHO è le analisi suggerisce che gli individui sintomatici siano responsabili della maggior parte della trasmissione del coronavirus. (Inoltre ha chiarito durante l'istruzione del 9 giugno che le sue osservazioni erano in risposta alla domanda di un giornalista e non hanno costituito la politica del WHO del funzionario.) The Who ha presentato il suo pensiero nel suo orientamento ultimo sulle maschere di protezione, che fosse distribuito il 5 giugno ed è stato basato su una serie di rapporti che hanno esaminato la diffusione della comunità COVID-19 e la dinamica della trasmissione come pure sui risultati non-ancora-pubblicati dai rapporti dirintracciamento dagli stati membri multipli del WHO.

Poche delle carte citate hanno esaminato esplicitamente dei i velociti di trasmissione asintomatici livelli della popolazione. Si, un esame della ricerca della pubblicazione preliminare (cioè, not-yet pari-esaminato) inviato al sito MedRxiv il 4 giugno, ha analizzato quattro pubblicazioni preliminari (due pubblicati e due) precedenti di studi che velociti di trasmissione asintomatici stimati. Il più alta stima era un velocita di trasmissione di 2,2%, suggerire «la diffusione asintomatica è improbabile da essere un driver importante dei mazzi o trasmissione della comunità dell'infezione.»

The Who è orientamento inoltre nota che alcuni studi che hanno trovato la prova per la trasmissione asintomatica hanno avuti piccole dimensioni del campione, che renderebbero i loro risultati meno statisticamente pertinenti. Inoltre, il WHO ha detto, alcuni di questi studi non hanno eliminato le spiegazioni alternative per come alcuni pazienti possono contrattare il virus, come il contatto della superficie contaminata.

Tuttavia, appena la settimana scorsa, i ricercatori dall'istituto di traduzione della ricerca di Scripps hanno pubblicato una carta che stima che gli individui asintomatici rappresentassero fino a 45% delle casse del coronavirus e notassero che «il carico virale di tali persone asintomatiche è stato uguale a quello delle persone sintomatiche, suggerendo il simile potenziale per la trasmissione virale.»

Uno dell'autore dello studio, direttore il Dott. Eric Topol di Scripps, ha criticato il WHO è osservazioni su Twitter, scrivente che «ci sono parecchi studi allegati [il WHO è] alla breve dichiarazione che ricambiano i dati limitati forniti qui.»

Carl Bergstrom, un biologo all'università di Washington, ha scritto su Twitter che il WHO è conclusioni è stato basato «su prova sottile,» almeno quando considera che cosa è stato pubblicato pubblicamente.

Bergstrom inoltre ha detto che l'organizzazione dovrebbe avere più chiaro distinto fra la gente che è «vero» asintomatico-quella chi mai manifestazione sintomo-e coloro che può spargere involontario la malattia nei giorni prima che diventassero sintomatiche. Lo studio di Topol sulla trasmissione asintomatica ha trovato che poca gente che prova positivo senza sintomi continua a svilupparle, ma gli studi suggeriscono che richieda una media dei cinque giorni dopo l'esposizione al virus affinchè i sintomi sorga. La gente in questa fase sarebbe considerata presintomatica, non asintomatica, ma è difficile da dire la differenza.

«Anche se la diffusione vero asintomatica è molto rara, la trasmissione presintomatica è probabile essere importante,» Bergstrom ha scritto su Twitter. «Ancora dobbiamo indossare le maschere e distanziare per evitare spargere il virus durante questo periodo, probabilmente concentrato nei giorni 3-6 dopo l'infezione.»

Van Kerkhove ha riconosciuto che distinzione quando parla con il TEMPO dopo la conferenza stampa ed ha aggiunto che può essere difficile da distinguere fra una persona leggermente sintomatica ed asintomatica. Qualche gente non può associare l'affaticamento del tipo di sintomi delicato o il muscolo dolore-con COVID-19, ma questi individui ancora sarebbero tecnicamente sintomatici e capace di diffusione del virus, Van Kerkhove dice.

Con così tanto incertezza, Van Kerkhove dice che la più ricerca sui modelli e sui portatori asintomatici della trasmissione è richiesta. Dice che la gente dovrebbe continuare a seguire l'orientamento di salute pubblica quali le maschere di protezione d'uso del tessuto quando distanziare sociale non è possibile e dovrebbe restare la casa se ritengono indisposte. Agendo in tal modo, insieme con il tracciato del contatto e l'isolamento robusti della gente con i sintomi, contribuirà a tenere la diffusione COVID-19 sotto controllo, dice.

«Non stiamo governando nulla fuori,» Van Kerkhove dice. «Non stiamo dicendo che [la diffusione asintomatica è] non accadendo. Ma stiamo dicendo che più trasmissione sta accadendo fra gli individui sintomatici. La gente sta cercando un file binario e non è quello.»

Bergstrom era più diretto. The Who è dichiarazione «sembra suggerire che la gente senza sintomi non sparga COVID19,» Bergstrom ha cinguettato. «Fa clienti di questa media, studenti, dimostranti, ecc., non hanno bisogno del distanziare delle maschere? No»

Mappa del sito |  Politica sulla privacy | Cina Buona qualità Corredo di ELISA della micotossina Fornitore. Copyright © 2019-2024 REAGEN LLC Tutti i diritti. Riservato.